Psicologia del lavoro e delle organizzazioni

La psicologia del lavoro o psicologia delle organizzazioni è lo studio dei comportamenti delle persone nel contesto lavorativo e nello svolgimento della loro attività professionale in rapporto alle relazioni interpersonali, ai compiti da svolgere, alle regole e al funzionamento dell'organizzazione.

In altre parole, la psicologia delle organizzazioni prende i modelli e le teorie della psicologia e li applica all'ambiente di lavoro, cercando di:

- favorire sia il massimo benessere per le persone che lavorano, sia il massimo vantaggio per l'organizzazione per cui lavorano.

- migliorare le condizioni psicologiche, la motivazione ed i rapporti con gli interlocutori di ruolo, con l'azienda e con l'ambiente di lavoro in genere.

I campi d'applicazione della psicologia delle organizzazioni sono soprattutto: la gestione del personale, la leadership, la selezione, la valutazione, la formazione professionale, la comunicazione e i rapporti, le dinamiche di gruppo, la motivazione al lavoro, il sistema premi-punizioni, lo sviluppo della carriera.

Le seguenti prestazioni, vengono proposte anche in collaborazione con lo Studio Medico Pintucci www.studiomedicopintucci.it

 

VALUTAZIONE E GESTIONE DELLO STRESS LAVORO - CORRELATO

La recente approvazione del D.Lgs 81/08 in materia di sicurezza negli ambienti di lavoro, introduce l'obbligo di valutazione dello stress lavoro - correlato in tutte le aziende secondo i contenuti dell'Accordo Interconfederale per il recepimento dell'accordo quadro europeo sullo stress lavoro-correlato concluso l'8 ottobre 2004 tra UNICE/UEAPME, CEEP E CES – recepito in Italia il 9 giugno 2008. L'Accordo quadro europeo mira a promuovere la crescita di consapevolezza e comprensione dello stress da parte dei datori di lavoro, dei lavoratori e dei loro rappresentanti alzando l'attenzione sui segnali che potrebbero denotare problemi di stress lavoro-correlato.

Lo scopo della valutazione è quello di guidare e sostenere datori di lavoro e lavoratori nella riduzione del rischio attraverso l'analisi degli indicatori oggettivi aziendali e la rilevazione delle condizioni di stress percepito dai lavoratori.

In linea generale il processo di valutazione dei rischi si articola concretamente in tre fasi: identificazione dei pericoli, stima del rischio (valutazione preliminare / valutazione semplificata) e valutazione approfondita. In base all'esito di questo processo vengono adottati interventi di eliminazione o riduzione del rischio e una successiva rivalutazione di verifica dei cambiamenti ottenuti.

L'identificazione dei pericoli consiste nell'individuare tutte le condizioni presenti nell'attività lavorativa che potenzialmente possono causare danni alla salute dei lavoratori per infortuni o malattie da lavoro.

I pericoli individuati vengono quindi valutati in via preliminare sotto l'aspetto qualitativo e quantitativo riferendosi a criteri previsti dalle norme di legge o da raccomandazioni di buona tecnica, al fine di individuare le situazioni di rischio che superano un determinato livello di soglia e richiedono interventi di eliminazione o riduzione del rischio e quindi una valutazione approfondita.

La valutazione approfondita consiste pertanto nell'analisi dettagliata dei rischi, allo scopo di individuare le misure di prevenzione necessarie per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori.

 

CORSI DI FORMAZIONE AZIENDALI

Nonostante tutte le ricerche sull'argomento abbiano ormai dimostrato che le imprese che investono in formazione professionale raggiungono risultati migliori di quelle che non lo fanno, attualmente solo il 25% delle imprese italiane sostiene attività di formazione, a fronte del 60% della media europea.

La formazione non può essere standardizzata, ma va progettata volta per volta in modo mirato ed efficace: in relazione alle specificità delle singole aziende, alla loro collocazione sul mercato, alle diverse necessità che si presentano col passare del tempo.

 

I corsi di formazione che risultano essere maggiormente utili alle aziende e che conseguentemente sviluppo e propongo sono:

- Lo stress lavoro-correlato

- La comunicazione efficace ed assertiva

- L'intelligenza emotiva

- La motivazione e la gestione dei propri collaboratori / Lavorare in team

- La gestione del tempo e delle crisi

- La gestione delle diversità e dei conflitti

- Le dimensioni della leadership e la self-efficacy

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito e gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la nostra Cookies Policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione sul sito in qualsiasi altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.